Pages

venerdì 27 novembre 2015

Come preparare la valigia

Nessun commento:
 

Quando si prepara la valigia, la prima cosa da tener ben presente è la località di destinazione perché, località marine e montane vogliono abbigliamenti differenti e piccoli accorgimenti essenziali; anche il periodo dell’anno è importante per saper scegliere cosa portare con sé. In tutti i casi, i documenti, la tessera sanitaria, farmaci che si assumono con regolarità con eventuali ricette, i biglietti di viaggio se si viaggia in treno o aereo, il passaporto per l’estero, numeri di telefono per le emergenze, devono essere ben riposti in modo che non si perdano. Passiamo poi all’abbigliamento; la lista di quello che può tornare utile deve essere
preparata qualche giorno prima, in modo da poterla aggiornare e segnare ciò che scritto velocemente può essere stato tralasciato. Passare qualche giornata al mare richiede, soprattutto in estate, un abbigliamento leggero con qualche capo leggermente più pesante da utilizzare in caso di maltempo mentre, in montagna, anche quando ci si reca in estate, è necessario prevedere oltre a maglie leggere e pantaloncini, anche k-way e capi più pesanti per affrontare le serate e le giornate piovose che fanno crollare la temperatura. Meglio non scordare, in entrambi i casi, almeno un capo per un’eventuale serata elegante e soprattutto, prevedere capi con colori che possano abbinarsi facilmente e permettano di sfruttare perciò più outfit. Le calzature seguono lo stesso corso, al mare via libera a sandali, ciabatte per la spiaggia, scarpe leggere e comode mentre, in montagna, sono d’obbligo calzature adatte a lunghe passeggiate e scarponcini per passeggiate un po’ più impegnative; in entrambi i casi è meglio prevedere però anche un paio di scarpe eleganti per serate “speciali”. Restando in tema, non dimenticate ciabattine da utilizzare in hotel o nell’appartamento in affitto; in entrambi i casi è bene non dimenticare occhiali da sole, una bandana, burrocacao e la crema solare mentre, se si fa trekking si devono prevedere anche tutti gli oggetti necessari per affrontare una camminata. In tutti i casi è bene fare una lista calcolando un numero di cambi approssimativi, includendo qualche cambio extra e, per ogni giorno, pensare a un possibile outfit; a tal proposito è meglio evitare di portare ciò che non si indossa neppure a casa, riempirebbe inutilmente la valigia, sottraendo spazio a cose più utili. Un panetto di sapone di Marsiglia è indispensabile per lavare almeno l’intimo perché, tenere da parte, soprattutto con il caldo, dell’intimo già utilizzato non è igienico, ancor più se si accumula quello di più persone però, nel caso proprio non voleste dedicarvi al bucato, prevedete uno o più sacchi in tela in cui riporre la biancheria sporca. Da non dimenticare poi il necessario per l’igiene personale, farmaci generici per improvvise necessità soprattutto se si viaggia con i bambini (termometro, cerotti, salviettine disinfettanti, un antipiretico...). Nella preparazione vera e propria della valigia, il beauty e una borsa per le scarpe possono essere portate a parte se si viaggia con la propria auto, in caso contrario vanno poste al di sotto per evitare di schiacciare gli altri capi. Via via si aggiungeranno le altre cose, partendo da maglioncini, jeans, polo e disponendo a strati le cose più leggere e delicate (camicia di seta, giacca...) che potrebbero sciuparsi; per porre rimedio è anche possibile dotarsi di un piccolo ferro da stiro da viaggio. L’intimo può essere messo in spazi molto stretti perciò, può essere stipato negli angoli o piccole tasche. Ciò che più conta in tutti i casi, per non dimenticare nulla, è la lista che preveda una divisione tra abbigliamento (giorno/notte/sera/spiaggia-trekking), igiene e salute, bellezza (necessario per make-up, pettini, dentifricio, elastici per capelli...) e divertimento (ipod, macchina fotografica...), in questo modo difficilmente si lascerà a casa qualche cosa. Una volta terminata la valigia, la lista non buttatela ma mettetela da parte, al ritorno della vacanza potrete aggiungere ciò che è stato eventualmente dimenticato e conservatela, l’anno successivo difficilmente ripeterete gli stessi errori.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo contributo. Tutti i commenti sono moderati e verranno pubblicati appena possibile.

loading...